venerdì 1 ottobre 2010

Mille momenti in un giorno solo...

Flower Design


Proprio così si potrebbe intitolare il matrimonio di Letizia e Mirko.
Che il loro matrimonio fosse fuori dal comune si era già capito fin dall'inizio quando la sposa è venuta a parlare con me delle sue idee e dei suoi sogni... La volontà della sposa era proprio quella di fare un matrimonio scintillante e scoppiettante con una festa nella festa. Sì, perché il giorno del matrimonio era anche il giorno del compleanno dello sposo per cui non era possibile lasciare passare in secondo piano questo fatto.
Bisognava per forza riuscire a creare una festa nella festa per rendere quel giorno indimenticabile.
Inoltre si trattava di una giornata veramente lunga perché gli sposi hanno deciso di fare la cerimonia in chiesa la mattina alle 10.30 dopo di che il pranzo servito per parenti stretti ed amici intimi e a seguire una cena più informale per tutti i colleghi e amici vari.
La formula poteva risultare abbastanza pesante soprattutto per la sposa che sarebbe stata  in piedi in mezzo a parenti e amici dalla mattina alle sette e mezzo fino a non si sa bene che ora imprecisata di notte...
Diciamo che la verve degli sposi e una perfetta organizzazione curata nei minimi dettagli hanno fatto sì che tutto potesse scorrere liscio nonostante le premesse potessero sembrare avverse.
In  realtà il ruolo di attore protagonista  nel giorno del matrimonio l'ha svolto il tempo.
5 giorni prima dell'evento era previsto tempo da lupi, molto nuvoloso con temporali. Aiuto! Veramente il peggio che una wedding planner possa aspettarsi... Tutto era stato deciso: piano A, piano B e anche piano C...
Un bel quadro stile Andy Warhol
Sapete quale era il regalo più importante della sposa per il compleanno dello sposo? Fuochi d'artificio!
Sapete qual'è la situazione peggiore che possa capitare per compromettere la riuscita dei fuochi d'artificio? Il tempo molto variabile. Ebbene sì, per tutto il giorno, nonostante le previsioni, non è mai piovuto (se non quei 20 minuti che mi hanno dovuto fare decidere di apparecchiare l'aperitivo all'interno della villa (piano B).
I fuochi d'artificio dovevano essere veamente la ciliegina sulla torta: taglio della torta nuziale in terrazza tra candele e fiori, si spengono le luci, iniziano 5 minuti di fuochi ininterrotti e poi largo alle danze!
Niente da fare: alla fine dell'aperitivo mi chiama il tecnico dei fuochi dicendomi che o si facevano allora o mai più.
Di conseguenza, mentre i lampi si facevano più vicini e il cielo era sempre più cupo, alla fine, riunisco sposi, testimoni e tutti gli ospiti in terrazza e via con lo spettacolo!
Scoppiato l'ultimo fuoco, con una tempistica oserei dire svizzera, inizia a piovere e poi a diluviare! Tutti dentro a cenare e poi taglio della torta rigorosamente nel salone delle feste e infine confettata e balli a non finire...
Veramente una festa scoppiettante!
Tanti auguri Letizia e Mirko!
Francesca