mercoledì 21 dicembre 2011

Un matrimonio un pò speciale: il vostro

Ciao a tutti cari sposini del 2012! Avete già idea del tipo di cerimonia che farete? Sarà civile, religiosa, simbolica? Bene, sia come sia sarà un matrimonio speciale come speciali siete voi. Quindi, dopo avere iniziato a organizzare carte e appuntamenti per la vostra cerimonia sarà oportuno e dobbligo scegliere la migliore location! Che tipo siete? Come vi siete immaginati il vostro grande giorno? Sarà un matrimonio classico? Vi piacciono le ville d'epoca e gli affreschi? Oppure vi piace la campagna toscana con le sue colline ed i suoi agriturismi? Oppure ancora siete affascinati dal mare e dai suoi colori? O siete fanatici dellle architetture moderne e anche solamente l'idea di un affresco o di un'armatura vi fanno inorridire?
Villa storica per matrimoni-Pisa
Bene, è questo il momento di darsi da fare... Ad ogni coppia la sua location. Sulla base della mia esperienza è molto importante riuscire a carpire l'idea che voi avete del vostro matrimonio. Una delle cose che più mi affascinano del mio lavoro è proprio la grande varietà di pensieri e immagini che ogni futura sposa si è fatta del proprio ricevimento di matrimonio. Una futura sposa è venuta da me dicendomi che il matrimonio che aveva da sempre sognato era in una bella villa storica, con tanti mobili d'epoca e con uno scintillio di candele, candelabri, specchi e fiori ovunque... Migliaia di fiori e di candele ovunque... Tutto questo è bellissimo perché questa sposina aveva un'idea che si stava portando dentro da tanti anni, forse addiruttira da quando era bambina e adesso mi chiedeva di aiutarla a realizzarlo. Niente di più bello...
Per questo matrimonio è stata scelta una location veramente da mille e una notte. In realtà questa struttura ha un fascino particolare. Prima di tutto è tutt'ora abitata dai proprietari, ciò significa che si tratta di una villa "vissuta e viva", non un museo da affittare.
Il viale d'accesso è veramente importante, così come il bel luogo di frescura "sotto ai platani" dove in estate è così rinfrancante rimanere. Il bello di questa villa è che ha veramente molti spazi da poter sfruttare per i vari momenti del ricevimento e per questo, con un pò di accorgimenti "scenici" adattissima ad un matrimonio classico alla Madame Bovary! Vi dico che tanti spazi a disposizione da gestire sono una bella sfida!
Per adesso però non vi dico altro e vi rimando alla prossima puntata.
Buona serata!
Francesca Ferrucci

venerdì 4 novembre 2011

La cerimonia simbolica

Ciao a tutti, cari sposini del 2012! Se non avete ancora deciso che tipo di cerimonia fare, se non siete al primo matrimonio e vi potete sposare solo in comune ma proprio quella cerimonia così fredda e anonima non vi soddisfa, perché non perché non provate a pensare ad una cerimonia simbolica?
Sicuramente per gli stranieri non si tratta di una novità ma anzi di una piacevole soluzione...
Ci sono tanti motivi per cui pensare ad una cerimonia simbolica. Prima di tutto: la cerimonia simbolica si può pensare ovunque, in riva al mare, in un vigneto, in una oliveta, in un bosco, in un castello, su di una barca, perfino nel giardino di casa vostra... Ovunque la vostra fantasia ed il vostro cuore vi portino... Quello che conta sono le parole, la musica, l'atmosfera... Tutto parlerà di voi perché sarete voi insieme al celebrante a decidere le parole da utilizzare ed il tipo di cerimonia simbolica da seguire.
L'accento sarà posto sulla vostra storia, sui momenti più importanti, sulle persone che sono state e sono per voi più importanti, e così via...
Non c'è niente di preimpostato quindi la cerimonia sarà totalmente personalizzata per voi.
Se volete potrete anche provare la cerimonia prima del grande giorno così da essere sicuri che tutto sia veramente come volete.
Recentemente ho organizzato un matrimonio simbolico a Montalcino, in un borgo medievale ristrutturato con i criteri della bioarchitettura, situato in mezzo ai vigneti di Brunello... oh, my God... Praticamente un sogno... I due sposini, neozelandesi che vivono e lavorano a Londra, mi avevano contattato un anno e mezzo fa perché avevano ben in mente quello che volevano ma non sapevano da che parte rifarsi per trovare quel posto e quell'atmosfera...
Bè, con tanta pazienza mi sono messa alla ricerca della location e quando hanno visto l'ultima delle quattro che avevo proposto loro subito gli si sono illuminati gli occhi: era quella! Avevo trovato la struttura giusta per loro, quella dei loro sogni, desideri, immaginazione...
Il loro matrimonio è stato molto commovente. Sono riusciti a riunire 60 persone provenienti da Canada, America, Australia e Nuova Zelanda e hanno così coronato il loro sogno toscano...
Tutto ruotava intorno alla location, quel borgo in mezzo agli olivi e alle vigne e con un sengtiero che porta all'abbazia di San'Antimo...
Sono veramente felice per loro, per averli potuti aiutare e per essere stata lì... D'altronde sono una instancabile romantica e ormai credo che non riuscirò mai a non commuovermi all'arrivo della sposa a braccetto del padre...
E' stata proprio una bellissima giornata ed un toccante matrimonio.
Un abbraccio forte a Marie e Damien!
Francesca
Symbolic Wedding Ceremony Montalcino Tuscany

Symbolic Wedding Ceremony Montalcino Tuscany

Symbolic Wedding Ceremony Montalcino Tuscany


venerdì 14 ottobre 2011

La cerimonia civile

Cari sposini 2012, torniamo alle pratiche burocratiche. Vi ho dato qualche dritta per le cerimonie cattoliche e adesso vorrei soffermarmi sulle cerimonie civili.
Negli ultimi anni si è di molto snellito l'iter burocratico grazie alle autocertificazioni anche grazie al fatto che sono i Comuni a dover richiedere e accedere a certe documentazioni che altrimenti si sarebbero dovuti procurare i futuri sposi... Per potervi sposare civilmente dovete richiedere le pubblicazioni di matrimonio. Le pubblicazioni si richiedono all'Ufficiale di Stato Civile del Comune di residenza degli sposi. Se non risiedete nello stesso Comune, l'Ufficiale di Stato Civile provvederà a farne richiesta al Comune di residenza dell'altro. La pubblicazione deve restare esposta otto giorni più tre (per le eventuali opposizioni). Compiute le pubblicazioni può essere celebrato il matrimonio. L'Ufficiale dello Stato Civile rilascerà agli sposi, nel caso di matrimonio da celebrarsi in altro Comune italiano, un atto di delega in favore del Sindaco del Comune prescelto.
Il matrimonio deve essere celebrato entro 180 giorni dal compimento delle pubblicazioni; scaduto tale termine bisognerà ricominciare da capo...
Tutto chiaro? 

Per adesso vi saluto e vi auguro un sereno week end e alla prossima puntata con una bella sorpresa per gli sposini più pigri (o più organizzati, chissà...)!

Un abbraccio!
Francesca   

Volterra Town Hall



                                                                                                               

mercoledì 5 ottobre 2011

Come organizzare un matrimonio perfetto

Dopo le vacanze e la calura estive e dopo essere stati ai matrimoni di amiche e parenti ecco che adesso tocca a voi! Proprio così: è statisticamente provato che la maggior parte delle decisioni di sposarsi arriva proprio all'inizio dell'autunno.
E' adesso il momento di iniziare a guardarsi intorno e di iniziare a decidere che tipo di cerimonia fare e dove sposarsi. Sì, dopo avere sognato ad occhi aperti ai matrimoni degli altri, adesso tocca finalmente a voi! Ma non fatevi prendere subito dall'ansia di correre e di fare... Un passo alla volta è il metodo migliore per organizzare un buon matrimonio senza farsi prendere dallo stress...
Prima di tutto sicuramente avrete idea del tipo di cerimonia che desiderate fare: religiosa, civile o simbolica.
E' fondamentale iniziare dalla cerimonia perché la data e il luogo del matrimonio danno il via ad altre scelte, come ad esempio, la scelta della location... Naturalmente in una fase inziale anche la data del matrimonio può variare anche in base alla location preferita (pensate se doveste fissare una data in Comune e la villa scelta non fosse disponibile per quel giorno...). Almeno in fase iniziale e soprattutto con un certo anticipo tutto è modificabile, ma non bisogna lasciar passare troppo tempo perché scegliendo in anticipo spesso riusciamo a spuntare anche prezzi migliori... Ma andiamo per ordine...
La cerimonia... Tra le cerimonie religiose, il rito cattolico è nella nostra Italia (e anche in Toscana!)ancora il rito più diffuso. Siete cattoliche praticanti e non vi sposereste in nessun'altra chiesa a parte la vostra? Sicuramente avrete meno da fare rispetto alle sposine che, pur praticanti, desiderano sposarsi in una parrocchia diversa dalla propria e, ancora di più, diversa anche dalla parrocchia dello sposo. Nella più semplice delle ipotesi dovrete semplicemente parlare col vostro parroco e renderlo consapevole della vostra volontà di sposarvi. Non ci saranno permessi da chiedere ad altre parrocchie e tutto sarà più semplice. Sappiate comunque che anche se doveste decidere di sposarvi in una parrocchia diversa da quella della vostra se vorrete sapremo aiutarvi passo passo nell'iter burocratico.
Sicuramente un passo fondamentale senza il quale non vi potrete sposare con rito cattolico è partecipare ad un Corso Prematrimoniale. Visto che la maggior parte dei matrimoni in Italia sono da maggio a settembre normalmente le parrocchie svolgono le lezioni dei corsi prematrimoniali nel periodo autunno/inverno in modo tale da preparare gli sposi per tempo. E' quindi importante informarsi prima di tutto presso la propria parrocchia il calendario dei corsi.
Per adesso cari sposini 2012 vi saluto e vi dò appuntamento a presto!
Un abbraccio a tutti voi!
Francesca

Tuscany Countryside Wedding 2011